sfondi myspace
Il giorno più bello? Oggi.
L’ostacolo più grande? La paura.
La cosa più facile? Sbagliarsi.
L’errore più grande? Rinunciare.
La radice di tutti i mali? L’egoismo.
La distrazione migliore? Il lavoro.
La sconfitta peggiore? Lo scoraggiamento.
I migliori professionisti? I bambini.
Il primo bisogno? Comunicare.
La felicità più grande? ......Essere utili agli altri.

23 novembre 2008

LEO

Ho rubato questa immagine dal Blog di mia sorella, speriamo non si arrabbi. Ma che ci vuoi fare, in fin dei conti sono io l'autrice di questa meravigliosa foto scattata alla mia adorabile micetta.Al momento non ho un'altra foto, perché per prenderla dovrei svegliare i bambini. Al più presto provvederò per la sostituzione, in modo da mostrarvi la sua bellezza.
Leo, è la figlia della gatta di mia nonna. Sapevo, che quei gattini, una volta cresciuti, sarebbero spariti dalla circolazione, allora mi decisi di prenderne almeno uno. Tra di loro, vi era un batuffolo grigio, l'unico che non soffiava, mi guardava, fu amore a prima vista. Era il 29 aprile 1987, lei aveva solo 10 giorni di vita. Quel giorno, la presi e la portai a casa, e per nascondere la feria scolastica, dissi ai miei genitori che l'avevo trovata per strada e che mi aveva seguita.
La notte con mia sorella decidemmo il nome, ma era talmente strano, che l'indomani mattina già non lo ricordavamo più, allora optammo per il nome Babbaleo, per gli amici Leo, ma solo per gli amici, istintivamente, questa gatta, dava confidenza solo alle persone buone, a quelle che comunque avevano un animo non del tutto sincero, le soffiava appena mettevano piede nella nostra casa. Leo è cresciuta con me, giocava con me come non faceva con altri. Se la notte mi alzavo per andare al bagno, ed ero scalza, lei mi inseguiva e mi mordeva, ed ogni volta dovevo svegliare mia madre per staccarmela, altrimenti non la finiva di giocare. altre volte giocavamo con il folletto, che lei temeva come una pazza, io la inseguivo e lei con le unghiette di fuori slittava per le camere. Giocavamo con le palline di carta, e quando telefonavo, mia madre la prendeva fra le braccia, io la chiamavo e lei miagolava cercandomi dentro la cornetta. Leo è diventata mamma un mese prima di me, abbiamo condiviso insieme anche questa esperienza. Fino alla fine è stata una gatta grande amica, riuscendo a donarci veri momenti di allegria e anche di dolore. Lei era parte integrante della nostra famiglia, questi sono sentimenti difficili da far capire se non li si vivono. Il nostro veterinario ci disse che lui non aveva mai visto un gatto capire il linguaggio umano, nello stesso modo di come lo capiva Leo. Leo sapeva chi era nonna, chi era Andrea o Fabio,sapeva chi era Stefania o Gino, capiva persino il dialetto. Leo mangiava olive nere e patate crude, odiava a causa mia la Viennetta, ma impazziva per i dolci. Era vanitosa, bastava una telecamera per vederla in posa come una Diva. Lei era la padrona di casa. Ora la nostra casa senza di lei è vuota.......ci manca tanto......

3 commenti:

  1. Cara Cinzia, so benissimo quello che stai passando, perchè anch'io ho vissuto la stessa situazione. Devi solo andare avanti e, se possibile, salvare qualche altro gattino dalla strada appena possibile. Ciao, Martin
    P.S. se ti va, dai un'occhiata al mio post del 24 novembre: c'è qualcosa per te.

    RispondiElimina
  2. Grazie Martin, darò volentieri un occhiata al tuo post.....
    bacioni cinzia

    RispondiElimina
  3. Ciao Cinzia,
    In questo momento ti sono vicino.
    L'anno scorso è mancato il mio Orione, che avevo trovato sotto la mia macchina con gli occhietti ancora chiusi.
    Ti capisco benissimo.
    Ho fatto un periodo in cui ero molto triste, quello che più mi mancava era il fatto che aperta la porta di casa, il selvaggio non c'era più a darmi il benvenuto.
    Poi dopo qualche mese è entrata nella mia vita Mandi, anche lei come Orione non cercata, arrivata per caso, di carattere completamente diversa da lui, ma con la sua dolcezza e con la sua continua ricerca del contatto fisico è riuscita di nuovo a rallegrare le mie giornate.Buona notte.
    Gabriel

    RispondiElimina

I messaggi verranno letti, pubblicati nell'immediato.
Hai la possibilità di dire ciò che vuoi, quando vuoi, e come vuoi, seduto o impiedi, come ti vien bene.

Aderisci anche TU!

Aderisci anche TU!
Insieme Per La Pace Nel Mondo.

FERMIAMO QUESTO ORRORE

FERMIAMO QUESTO ORRORE
IL PIANETA URLA PER LA FAME

My Premi.